Studio Commerciale Cellini


Vai ai contenuti

Menu principale:


Finanziamenti Comunitari


7 FP Programma quadro
COOPERAZIONE
Ricerca collaborativa
1. Salute
2. Prodotti alimentari, agricoltura e biotecnologie
3. Tecnologie dell'informazione e della comunicazione
4. Nanoscienze, nanotecnologie, materiali e nuove tecnologie di produzione
5. Energia
6. Ambiente (compresi i cambiamenti climatici)
7. Trasporti (compresa l'aeronautica)
8. Scienze socioeconomiche e scienze umane
9. Sicurezza e spazio
IDEE
-Ricerca di frontiera Consiglio europeo della ricerca (CER)
PERSONE
-Potenziale umano Formazione iniziale dei ricercatori
-Formazione continua e evoluzione delle carriere
-Partenariati e passerelle tra industria e università
-Dimensione internazionale
-Azioni specifiche
CAPACITÀ
-Capacità di ricerca Infrastrutture di ricerca
-Ricerca a favore delle PMI
-Regioni della conoscenza
-Potenziale di ricerca
-La scienza nella società
-Attività di cooperazione internazionale

Fondi strutturali 2007-2013
-Fondo Europeo Sviluppo Regionale, Fondo Sociale Europeo e Fondo di Coesione
-Fondo Europeo Sviluppo Regionale (FESR)
-Fondo Sociale Europeo (FSE) e Proposta di modifica
-Gruppo Europeo di Cooperazione Transfrontaliera (GECT)
-Fondo di Coesione
-Fondo Europeo per la Pesca (FEP)
-Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR)


Programma quadro per la competitività e l'innovazione 2007-2013
Il programma di sostegno alla politica in materia di TIC
Le azioni volte a promuovere l'adozione delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) nelle imprese, presso le amministrazioni e i servizi del settore pubblico sono state portate avanti in particolare nel contesto dell'iniziativa eEurope, che promuove il coordinamento tra le azioni degli Stati membri.
Fra queste vi è il finanziamento comunitarioper il sistema eTEN (TEN Telecom), che sostiene la validazione e il lancio di servizi transeuropei basati sulle TIC.
Esso comprende anche il programma eContent, volto a promuovere lo sviluppo di contenuti digitali europei innovativi, e MODINIS, che fornisce un sostegno diretto alle attività di analisi comparativa, agli studi, al dibattito e alle azioni dipromozione e sensibilizzazione che concorrono a realizzare eEurope.
Le TIC aiutano a rispondere alla crescente domanda di una migliore assistenza sanitaria (eHealth), di un'istruzione e di un apprendimento permanente efficace (eLearning), di una migliore qualità della vita durante l'invecchiamento, di una maggiore sicurezza e integrazione, nonché di una migliore partecipazione.
Il programma energia intelligente
Il programma sarà ripartito su tre settori specifici:
-efficienza energetica e uso razionale dell'energia, in particolare nei settori delle costruzioni e dell'industria ("SAVE");
-fonti energetiche nuove e rinnovabili per la produzione centralizzata e decentrata di elettricità e calore e loro inserimento nell'ambiente e nei sistemi energetici locali ("ALTENER");
-aspetti energetici dei trasporti, diversificazione dei combustibili, ad esempio mediante fonti energetiche nuove e rinnovabili in via di sviluppo e combustibili rinnovabili ed efficienza energetica nei trasporti ("STEER").
Inoltre il programma fornirà finanziamenti per iniziative orizzontali occupandosi dell'efficienza energetica e delle fonti rinnovabili d'energia in diversisettori dell'economia e/o combinando vari strumenti e coinvolgendo vari soggetti nell'ambito della stessa azione o progetto.
Strumenti finanziari comunitari a favore delle PMI
-lo strumento a favore delle PMI innovative e a forte crescita (SIC);
-lo strumento relativo alle garanzie per le PMI (strumento GPMI);
-il piano per lo sviluppo di capacità (PSC).

Safer Internet
Il programma "Safer Internet Plus" per il periodo 2005-2008 destinato a promuovere un uso piùsicuro di Internet e delle nuove tecnologie online, in particolare per i bambini, e a lottare contro i contenuti illegali e i contenuti indesiderati dall'utente finale.
Per raggiungere gli obiettivi del programma sono state previste le seguenti azioni:
a) lotta ai contenuti illegali;
b) contrasto ai contenuti indesiderati e nocivi;
c) promozione di un ambiente più sicuro;
d) sensibilizzazione.


AlßAN
Si tratta di un programma di borse di alto livello realizzato dalla Commissione europea.
Le attività del programma AlßAN, che dovranno essere realizzate dal candidato beneficiario dell'aiuto, prevedono l'organizzazione degli inviti annuali a presentare proposte per un programma di borse destinato a giovani laureati e professionisti; il vaglio delle domande; la procedura di selezione e la proposta di aggiudicazione ai servizi della Commissione competenti per la cooperazione con l'America latina; il controllo e lo sviluppo dell'attuazione del programma Alßan; la formulazione di proposte di miglioramento del programma; l'elaborazione del programma di lavoro globale e annuale, nonché di relazioni annuali sulle attività svolte e delle relazioni definitive sulle borse finanziate nel quadro del programma; la creazione di un portale web del programma e di una rete di contatti per gli ex borsisti, e infine la promozione e la divulgazione del programma Alßan.
Tutte le attività previste verranno realizzate in America latina e nell'Unione europea; tuttavia, le borse finanziate dal programma Alßan saranno concesse soltanto a centri idonei dell'Unione europea.


eLearning
Con l'iniziativa eLearning la Commissione europea intende mobilitare le comunità culturali ed educative, nonché gli attori economici e sociali in Europa, al fine di accelerare i cambiamenti nei sistemi d'istruzione e di formazione volti ad avvicinare l'Europa all'obiettivo di una società basata sulla conoscenza.

Life III
Strumento finanziario comunitario di sostegno alla politica ambientale

Media
Programma comunitario di finanziamento a favore dell'industria dell'audiovisivo

Diritti fondamentali e giustizia
Istituisce il programma specifico "Lotta contro la violenza (Daphne) e prevenzione e informazione in materia di droga per il periodo 2007-2013" come parte del Programma generale "Diritti fondamentali e giustizia"

Programmi comunitari per la Cooperazione esterna
-Strumento di Preadesione (IPA)
-Strumento di vicinato e partenariato (ENPI)
-Strumento per la cooperazione allo sviluppo e la cooperazione economica (DCECI)
-Strumento per la Stabilità


Strumento di assistenza preadesione - IPA
La Commissione europea ha adottato recentemente due nuove proposte di regolamento riguardanti lo sviluppo regionale e la cooperazione transfrontaliera con i paesi candidati, i paesi candidati potenziali e i paesi terzi situati ad est e a sud delle frontiere esterne dell'Unione.
Lo strumento di preadesione riguarderà i paesi candidati (Turchia, Croazia) e i paesi candidati potenziali (Albania, Bosnia e Erzegovina, Serbia e Montenegro, ex-Repubblica Jugoslava di Macedonia). Gli interventi della politica regionale verteranno sulla cooperazione transfrontaliera e, per i paesi candidati, sulla preparazione dei Fondi strutturali in vista della loro implementazione e gestione.
Lo strumento di preadesione sostituisce gli strumenti esistenti PHARE, ISPA, SAPARD e CARDS.


Programma per la Formazione lungo tutto l'arco della vita
Il Programma Socrates si concluderà con il 2006. Dal 2007 ci sarà un nuovo Programma per la Formazione lungo tutto l'arco della vita (Life Long Learning Programme) che sostituirà, unificandoli, i programmi Socrates e Leonardo da Vinci.
Il nuovo programma d'azione integrato nel settore dell'apprendimento permanente comprende programmi settoriali relativi all'istruzione scolastica (Comenius), all'istruzione superiore (Erasmus), alla formazione professionale (Leonardo da Vinci) e all'istruzione in età adulta (Grundtvig), ed è completato da provvedimenti trasversali nonché da un ulteriore programma, Jean Monnet, relativo all'integrazione europea. Il bilancio proposto è di 13,62 miliardi di euro per l'intero periodo 2007-2013.
Il nuovo programma ha l'obiettivo di contribuire attraverso l'apprendimento permanente allo sviluppo della Comunità quale società avanzata basata sulla conoscenza, in grado di realizzare uno sviluppo economico sostenibile con nuovi e migliori posti di lavoro e una maggiore coesione sociale. Lo scopo è promuovere l'interazione, la cooperazione e la mobilità tra i sistemi d'istruzione e formazione all'interno della Comunità, perché diventino un punto di riferimento di qualità a livello mondiale.
Per i programmi settoriali sono stati definiti obiettivi quantificati in modo da garantire che il programma abbia un impatto significativo, individuabile e misurabile. Si tratta dei seguenti obiettivi:
-per Comenius: far partecipare almeno un alunno su venti ad attività educative congiunte nel corso della durata del programma;
-per Erasmus: contribuire a raggiungere entro il 2011 un livello minimo di tre milioni di partecipanti alla mobilità degli studenti nell'ambito del programma attuale e dei precedenti;
-per Leonardo da Vinci: aumentare i tirocini presso le imprese fino a 150 000 all'anno entro la fine del programma;
-per Grundtvig: promuovere la mobilità di 25 000 persone che ogni anno partecipano all'istruzione in età adulta entro il 2013.


Fondo europeo per l'integrazione dei cittadini dei paesi terzi
La comunicazione che istituisce un programma quadro sulla "Solidarietà e gestione dei migratori" rientra in un insieme coerente di proposte dirette a dotare lo spazio di libertà, sicurezza e giustizia di un supporto adeguato nel quadro delle prospettive finanziarie 2007-2013.
I tre obiettivi chiave della libertà, della sicurezza e della giustizia devono, effetti, essere sviluppati in parallelo e con lo stesso grado di intensità, consentendo così approccio equilibrato, basato sui principi della democrazia, il rispetto delle libertà e dei fondamentali, e lo stato di diritto. Ciascuno di questi obiettivi è sostenuto da un programma quadro, che garantisce la coerenza necessaria fra gli interventi rilevanti in ogni settore d'azione, e che collega chiaramente le finalità politiche e le risorse disponibili per sostenerle. Questa struttura rappresenta inoltre una grande semplificazione e razionalizzazione sostegno finanziario esistente per l'area di libertà, giustizia e sicurezza, e consente così maggiore flessibilità nella fissazione delle priorità e aumenta la trasparenza generale
Il programma quadro stabilirà meccanismi di solidarietà finanziaria (Fondi) riguardanti quattro ambiti:
-controlli e sorveglianza delle frontiere esterne ("gestione integrata delle frontiere") e politica in materia di visti, in complementarità con l'Agenzia europea per la gestione della cooperazione operativa alle frontiere esterne degli Stati membri dell'Unione europea (FRONTEX);
-rimpatrio di cittadini di paesi terzi in soggiorno irregolare nell'UE;
-integrazione di cittadini di paesi terzi in soggiorno regolare;
-asilo (sulla base dell'esistente Fondo europeo per i rifugiati).
E' prevista quindi l'istituzione di 4 fondi:
-Fondo Europeo per i rifugiati (2008-2013)
-Fondo per le frontiere esterne (2007-2013)
-Fondo europeo per l'integrazione dei cittadini dei paesi terzi (2007-2013)
-Fondo europeo per i rimpatri (2008-2013)


eContent
L'obiettivo generale di eContentplus è quello di rendere i contenuti digitali in Europa più accessibili, utilizzabili e sfruttabili, facilitando la creazione e la diffusione di informazioni e conoscenze - in settori di pubblico interesse - a livello della Comunità.
Per raggiungere l'obiettivo generale del programma è data esecuzione alle seguenti linee d'azione:
a) facilitare, a livello comunitario, l'accesso ai contenuti digitali e i relativi uso e sfruttamento;
b) favorire il miglioramento della qualità e promuovere le migliori pratiche in materia di contenuti digitali sia tra fornitori e utenti dei contenuti sia sul piano transettoriale;
c) rafforzare la cooperazione tra i soggetti attivi nel settore dei contenuti digitali e la sensibilizzazione.
Le attività da svolgere nell'ambito delle linee di azione sono mirate ai settori inerenti ai documenti del settore pubblico, ai dati territoriali e ai contenuti didattici, culturali e scientifici.
Nell'attuazione del programma la Commissione, in stretta collaborazione con gli Stati membri, garantisce la coerenza generale e la complementarità con altri pertinenti programmi e altre politiche e azioni comunitarie attinenti allo sviluppo e all'uso dei contenuti digitali europei e alla promozione della diversità linguistica nella società dell'informazione, in particolare con i programmi comunitari di ricerca e sviluppo tecnologico e con IDA, eTEN, eInclusion, eLearning, MODINIS e Uso sicuro di Internet.
Il programma creerà migliori condizioni di accesso e di gestione dei contenuti e servizi digitali in ambienti multilinguistici e multiculturali ed amplierà la scelta degli utenti sostenendo nuove modalità di interazione con contenuti digitali ottimizzati in termini di conoscenza, elemento questo sempre più essenziale per dinamizzare i contenuti e adattarli a contesti specifici (apprendimento, cultura, persone con esigenze specifiche, ecc.).
Il programma preparerà il terreno ad un quadro strutturato per contenuti digitali di qualità in Europa - lo Spazio europeo dei contenuti digitali - facilitando il trasferimento di esperienze, l'adozione delle migliori pratiche e la fecondazione reciproca fra settori di contenuti, fornitori di contenuti e utenti.


Marco Polo
Con il Programma MARCO POLO II si intende promuovere soprattutto la creazione delle autostrade del mare e l'adozione di misure per ridurre il più possibile il traffico stradale.

Interreg
INTERREG stimola la cooperazione transfrontaliera, transnazionale e interregionale.
L'iniziativa è divisa in tre Sezioni, con la finalità di:
-Sezione A : promuovere lo sviluppo regionale integrato tra le regioni di frontiera contigue, comprese le frontiere esterne e alcune frontiere marittime cooperazione transfrontaliera)
-Sezione B : contribuire all'integrazione territoriale armoniosa della CE (cooperazione transnazionale);
-Sezione C : miglioramento delle tecniche e delle politiche di coesione e sviluppo regionale mediante la cooperazione transnazionale/interregionale (cooperazione interregionale).




Torna ai contenuti | Torna al menu